SOSTE GOLOSE

Apre a Nola la Città del Gusto


Città del Gusto apre a Nola. Il polo dell’enogastronomia e dell’alta formazione turistica, curato dal Gambero Rosso, brand leader del mangiare e del bere sano, già presenti in Campania nel quartiere napoletano di Bagnoli, si trasferisce presso il distretto Interporto di Nola. L’iniziativa imprenditoriale vede l’ingresso nella governance della Camera di Commercio di Napoli (quota partecipativa del 33%) come socio fondatore. Obiettivo dell’iniziativa quello di diventare il riferimento, non solo napoletano, per la promozione e il supporto delle attività legate all’eccellenza della produzione agroalimentare di qualità, alla ristorazione di qualità, e agli eventi internazionali di sbocco verso i mercati esteri. “Oggi si realizza questo luogo di formazione e promozione: c’era bisogno di una cosa così, ovvero di un’associazione tra Gambero Rosso, la Camera di Commercio e i produttori eccellenti italiani”, il commento di Paolo Cuccia, presidente di ‘Gambero Rosso”. “La cucina napoletana, i produttori napoletani, sono i più amati nel mondo, e noi portiamo le grandi imprese e l’eccellenza italiana in 24 Paesi”. “La forza dell’Italia – prosegue Cuccia – è l’agricoltura che nasce dal centro-sud. Il Sud, già oggi non in futuro, è l’opportunità dell’Italia, purtroppo un mondo tardo-industriale nordista ha fatto perdere di vista queste cose che nascono dall’ignoranza di molti dei nostri politici”. “L’agricoltura” aggiunge il presidente di ‘Gambero Rosso’ “è la prima voce dell’export, dell’attrazione internazionale: più del 20% del Pil e dell’occupazione arriva da questo settore. Soltanto la miopia degli ultimi cinquant’anni hanno fatto pensare ad un Paese senza un ministero dell’Agricoltura, senza ministero del Turismo”. “Il Cis-Interporto di Nola – ha poi concluso – è il luogo d’Italia dove le cose avvengono e quindi Gianni Punzo è stato come la foglia di basilico sulla pizza”.
“Siamo molto felici di questa iniziativa – commenta Gianni Punzo, presidente del Cis-Interporto – Siamo un volano ma non il volano – ha aggiunto -: è opportuno muoversi per alimentare posti di lavoro soprattutto per i più giovani, e non speranze di lavoro”. “Come Interporto offriamo a questa iniziativa, sicurezza, parcheggi gratis, percorrenza veloce. Spero – ha poi concluso – di veder realizzato anche quello che è un mio sogno, ovvero un canale navigabile e il waterfront tra Napoli e Nola, che altro non è che l’allungamento della città di Napoli”. “L’ingresso della Camera di Commercio di Napoli nella governance di Città del Gusto vuol essere anche un segnale chiaro e forte alle disattenzioni perpetrate dalle istituzioni poco attente alla valorizzazione del settore dell’enogastronomia”, ha detto Maurizio Maddaloni, presidente della Camera di Commercio di Napoli. “Il trasloco da Bagnoli all’Interporto – ha aggiunto – è innanzitutto una scelta di tipo imprenditoriale. Siamo all’interno del più grande polo logistico e merceologico del Mezzogiorno e, proprio da qui, parte la nostra sfida e l’avvio di una nuova ‘vita’ della ‘nuova Città del Gusto’. Ci impegneremo – ha poi proseguito Maddaloni – a dare continuità alla collaborazione con l’Università Suor Orsola che ha avviato un master in Comunicazione e giornalismo enogastronomico insieme a Città del Gusto”. All’inaugurazione dell’iniziativa imprenditoriale oltre al sindaco di Nola è intervenuto Fulvio Martusciello, delegato per le Attività produttive del presidente della Regione Campania. “Città del Gusto è uno strumento straordinario per valorizzare le nostre eccellenze agroalimentari”, ha detto Martusciello prima di annunciare che ad ottobre alla Mostra d’Oltremare di Napoli ci sarà la prima fiera dedicata all’olio extravergine di oliva.
(www.italpress.com)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com