SOSTE GOLOSE

La Casa di Filippo: olio, vino e da quest’anno, anche... miele dell’Etna

Dopo tanti anni di osservazioni, di critiche e di intense partecipazioni “sul campo”, il nostro collega e associato ASA Carlo Ravanello ha deciso di esporsi in prima persona e, ricorrendo agli studi fatti ma, soprattutto, mettendo a frutto le esperienze altrui, ha iniziato una piccola attività agricola in terra di Sicilia dove ha acquistato una piccola Tenuta sulle pendici settentrionali del’Etna, con vista sull’imponente Montagna ma anche sul mare di Taormina. Al suo interno è stata realizzata un moderna Casa Vacanze dotata di 4 minialloggi. Le fanno da contorno una piccola vigna, piante da frutta d’ogni tipo, la piscina e il bell’uliveto con gli ulivi centenari. L’Azienda agricola produce da qualche anno olio extravergine d’oliva, vino Rosso dell’Etna DOP e, dal 2013, presenterà anche il suo miele di montagna.

“Etna” Rosso DOP “La Casa di Filippo”
Il vino Rosso dell’Etna nasce da uve di nerello mascalese con una piccola aggiunta di nerello cappuccio, così come previsto dal Disciplinare della DOP “Etna”. Le uve provengono da un piccolo vigneto di proprietà posto a circa 700 m. di altitudine, sul versante nord-orientale del Vulcano, nel comune di Linguaglossa, dove le elevate escursioni termiche garantiscono la formazione e l’evoluzione virtuosa di profumi assolutamente caratteristici. L’impianto, 2 piccoli appezzamenti di una dimensione totale di 0,22 ha condotti a cordone speronato e ad alberello, viene gestito in assenza di antiparassitari di sintesi essendo pressochè sconosciuti, grazie alla costante circolazione d’aria, la peronospora e la botrytis (muffa grigia) mentre rarissimi sono gli attacchi di oidio. Il terreno, soprannominato anche “terra nera” in quanto di natura vulcanica, è composto in prevalenza da sabbie e rocce di origine effusiva e, come tale, ricco di metalli provenienti dagli strati profondi. Detti metalli, sono assai presenti nell’estratto secco garantendo un’elevata acidità, che supera mediamente i 6,5 g/l., ed è duratura nel tempo. Il vino, prima di essere posto in affinamento per tre/cinque mesi nel suo contenitore definitivo, gode di un processo di invecchiamento in tonneaux da 500 litri di rovere francese di secondo passaggio, per dodici mesi, in ambiente oscurato, silenzioso e climatizzato.
La scarsità del colore e, anzi, una leggera tendenza all’aranciato, sono una caratteristica degli antociani del vitigno i quali, se non adeguatamente protetti da altri polifenoli hanno una tendenza naturale a trasformarsi in chinoni per degradare successivamente in acidi fenolici con conseguente irreversibile perdita di colore. Nel nostro caso però, i molti tannini presenti, grazie a un’attenta pratica enologica, intervengono egregiamente per dar vita a una reazione di copigmentazione generando complessi intensamente colorati e relativamente stabili nel tempo. Detti tannini, inoltre, in quanto correttamente polimerizzati, sono particolarmente dolci e vellutati svolgendo così un’azione gustativa decisamente “snervante” nei confronti della petulante acidità tipica delle uve del territorio.

Olio extravergine d’oliva “La Casa di Filippo”
L’olio extravergine d’oliva è ottenuto in maggioranza da olive delle cultivar Nocellara dell’Etna, Brandofino (chiamata localmente Randazzese) e Biancolilla, ma vede anche la partecipazione, seppure in quantità minore, di Moresca e Tonda Iblea. Tutte queste cultivar compongono l’ordinato uliveto – sito a circa 650 m.s.l.m. - impiantato fra i 20 e i 30 anni fa, in cui però si trovano, nella sua parte periferica, anche piante di età stimata intorno ai 200 anni, particolamente delle cultivar storiche Nocellara e Randazzese. La mancata iscrizione del Comune di Linguaglossa nel disciplinare di produzione “Monte Etna” e, comunque l’impossibilità di mantenersi al minimo previsto del 65 % di Nocellara Etnea, non permettono all’olio prodotto di fregiarsi della prestigiosa DOP ma, nella realtà, tutte le caratteristiche organolettiche e i parametri chimico-fisici del prodotto non si discostano da quelli previsti dal disciplinare stesso. Il colore è giallo oro con riflessi verdognoli più o meno intensi a seconda della sua giovinezza. Anche il piacevole flavor fruttato leggero è destinato ad evolvere nel tempo verso profumi più marcatamente vegetali e maturi anche se, nel caso specifico, questa eventualità è affidata a un periodo non inferiore ai 30 mesi. Il leggero amaro in bocca e lo sfumato piccante in gola fanno parte del patrimonio imprescindibile delle olive etnee.
Contrariamente ai grandi olii della Sicilia Occidentale, quest’olio si distingue quindi per l’estrema leggerezza e delicatezza che lo fa consigliare per condire freschi appetizers, insalate verdi, e/o di pomodorini e ciliegini, paste e risi freddi, piatti di pesce, di crostacei e di molluschi freddi e via così. L’olio viene confezionato in lattine da 1000 e 250 cc.

Tenuta La Casa di Filippo
Contrada Arrigo, S.P. 59w, km 2.2 Linguaglossa (CT)
telefono: 010.267777- 010.8601637 - mobile 347.2347826
e mail: carlo1940@gmail.com - info@lacasadifilippo.it
www.lacasadifilippo.it





Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com