SOSTE GOLOSE

Dalla tavola di famiglia a quella del fast-food
Gloria e fortuna di sua maestà, il pollo con le patatine

La nuovissima catena di fast-food a base di pollo, pensata con un occhio alla tradizione e un occhio alla modernità e alle esigenze della vita odierna, che porta le persone a consumare i pasti velocemente e fuori casa, si chiama Becco Giallo e si presenta con un programma davvero ambizioso: l'apertura di almeno 50 ristoranti nei prossimi 5 anni.
Dopo una accurata analisi del mercato italiano, Andrea Lombardini, amministratore unico della società 'Base Lombardini Food Group', prevede aperture in location strategiche quali: centri commerciali, centri storici cittadini, centri universitari e località turistiche.
E a chi domanda «ma perchè proprio il pollo?» da una risposta più che esauriente: «la carne di pollo è digeribile e adatta anche ai bambini, proviene da allevamenti a terra esclusivamente italiani ed è inoltre permessa in ogni religione, insomma riesce a mettere d'accordo tutti».
E bisogna ammettere che di questi tempi non è cosa da poco.
Decisamente invitante infine il menù, che accanto ai classici di famiglia come il pollo allo spiedo, il pollo fritto, la cotoletta di pollo, tutti accompagnati dalle immancabili patatine, prevede anche il kebab di pollo, sia servito nel piatto sia nel classico panino con salse e verdure, il maxi- wurstel di pollo e una insalatona a scelta.
Un'impresa azzardata? Decisamente no, soprattutto se si prova ad andare a ritroso nel tempo con una sorta di amarcord focalizzando l'attenzione sulla pellicina dorata e croccante, la polpa bianca, morbida e gustosa e poi le immancabili patatine....
Ed ecco tornare alla memoria il pranzo della domenica, croce e delizia della stragrande maggioranza delle famiglie italiane, che non era tale, se non c'era lui, sua maestà il pollo con le patatine, presentato in tavola direttamente dal forno, nel suo recipiente di cottura, in un tripudio di effluvi aromatici, di sapori intensi e di colori solari.
Poi, nel menù domenicale, le mamme regine della casa e dei fornelli, inserivano ogni altro ben di Dio, ma ciò che rendeva speciale quel pranzo non era solo il fatto di vedere riunita l'intera famiglia e di contemplare in genere anche un dessert, bensì proprio lui, il pollo con le patatine.
Una autentica istituzione familiare dunque, capace di distinguere nettamente il pasto delle feste comandate da quello consumato frettolosamente negli altri giorni della settimana, procurando ai commensali una gioia speciale che non coinvolgeva solo le papille gustative e gli occhi, ma toccava anche le corde degli affetti, per il semplice fatto di essere un piatto preparato dalla mamma.
Oggi quell'antico e mai dimenticato piacere si potrà provare anche fuori dalle mura domestiche, senza aspettare necessariamente la domenica, grazie all'intraprendenza e alla felice intuizione di questa società romagnola, la stessa che ha già lanciato altri marchi di successo come Piadina Romagna mia, Mangiapizza, e Martin Pescatore.

Settimia Ricci


Torna all'indice di ASA-Press.com