IL FALSO ITALIANO

A cura di Roberto Rabachino


Arrivano le patate fritte biotech

La multinazionale tedesca della chimica Basf ha presentato richiesta all'Unione europea per la coltivazione e la commercializzazione di una patata denominata “Fortuna” geneticamente modificata destinata all'alimentazione umana, dopo l’ok già ottenuto per la licenza d ella patata ogm, ''Amflora'' coltivata però a scopo non alimentare.
Il nuovo tubero sarebbe geneticamente protetto dalla peronospora della patata una malattia che colpisce la pianta e che è stata causa principale della grande carestia che ha colpito l'Irlanda a meta' dell'Ottocento. Nonostante il rincorrersi di notizie miracolistiche sugli effetti benefici delle nuove modificazioni genetiche effettuate su animali e vegetali in laboratorio (dal supersalmone ad accrescimento rapido al riso ipervitaminico fino al latte materno da mucche transgeniche) rimane elevato il livello di scetticismo dei cittadini (e anche il nostro!).



Roberto Rabachino
Presidente ASA

presidente@asa-press.com



Vai all'indice di il Falso Italiano