QUALITA'

Vinitaly: Mipaaf, esordio primi vini con certificazione bio europea

Esordio al Vinitaly delle prime etichette di vino biologico regolarmente certificate con l'eurofoglia, il logo europeo obbligatorio per questo tipo di produzioni.
Lo comunica il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaaf) sottolineando l'importanza del neo adottato Regolamento Ue in materia di produzioni biologiche che introduce ''un sistema di controllo serio e una etichettatura chiara'', atteso per oltre 20 anni, nonostante faccia in parte ancora discutere.
A questi temi è stato dedicato l'incontro ''Il vino biologico: testimonianze di produttori, di vini e di territori'' tenuto ieri al Vinitaly e organizzato da Mipaaf, Aiab e FederBio.
Sono già oltre 50mila gli ettari di vitigno in Italia che si sono convertiti all'agricoltura biologica, mettendo al bando fitofarmaci e fertilizzanti chimici di sintesi. Quasi 1.000 sono, invece, le cantine che hanno scelto di trasformare queste uve nel rispetto del Regolamento europeo 203/2012.
Crescita dei consumi, e crescita del fatturato delle imprese sono i segnali più incoraggianti per il biologico italiano che continua a registrare molti primati in Europa: il maggior numero di imprese certificate in Europa, tra i Paesi con il maggior numero di ettari convertiti e, non da ultimo, la più grande vigna biologica d'Europa. (ww.asca.it)


 

 

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com