LUOGHI

Nasce l’autostrada del riso

Se ne parla ormai da più di trent'anni, e finalmente ora pare in fase di realizzazione il progetto per l'«Autostrada del Riso» Broni-Stroppiana, con cui mettere in relazione le province di Vercelli e Pavia: è uno dei punti strategici del Piano di lavoro e sviluppo presentato da Carlo Riva Vercellotti, presidente del Consiglio delle autonomie locali in Regione Piemonte, per il rilancio del Vercellese, e potrebbe vedere i primi cantieri entro la fine del 2013. Si tratta di un imponente programma da più di un miliardo e 400 mila euro, con la costruzione di quasi 70 chilometri di autostrada a cavallo delle due province. È diviso in due parti: la prima, quella piemontese, lunga 17 chilometri, collega Stroppiana con Mortara, mentre la seconda, su territorio pavese, copre una lunghezza di 50 chilometri e termina a Broni. Nel tratto che interessa il Vercellese ricadono altre opere collaterali, come un viadotto sul fiume Sesia e uno svincolo a Pezzana, anche se originariamente era stato previsto a Caresana. Quest'ultimo è una condizione essenziale per i sindaci dei tre comuni vercellesi interessati, che confermano l'importanza della Broni-Stroppiana e di un casello che possa essere un trampolino di lancio per lo sviluppo della Bassa. Secondo gli studi presentati, consentirà un rapido collegamento tra Vercelli e le principali arterie autostradali nazionali, oltre al centro Italia, e permetterà anche un notevole alleggerimento dell'A1 e della Torino-Milano. Dalla parte dell'Oltrepò, il progetto ha avuto l'ok di 17 su 18 sindaci dei Comuni interessati e dell'assessore comunale alle Attività produttive di Pavia, mentre qualche preoccupazione arriva dall'assessore provinciale pavese ai Trasporti, oltre che da alcuni agricoltori e associazioni risicole della zona. (http://www.risoitaliano.org)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com