LUOGHI

Le reti per la pesca a strascico come aratri sui fondali
Alterano il paesaggio sottomarino in vaste aree

Le reti per la pesca a strascico alterano i fondali modificandone l'aspetto proprio come fanno gli aratri sui campi coltivati. Lo dimostrano le immagini raccolte dai ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo (Csic) Le reti usate per la pesca a strascico non danneggiano soltanto la fauna marina, ma alterano anche i fondali modificandone l'aspetto proprio come fanno gli aratri sui campi coltivati. Lo dimostrano le immagini raccolte dai ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo (Csic) a Barcellona, pubblicate sulla rivista Nature. I ricercatori, guidati da Pere Puig, hanno potuto dimostrare che le pesanti attrezzature utilizzate per questo tipo di pesca causano lo spostamento di sedimenti sulla scarpata continentale, ossia nella zona sottomarina costituita da un pendio che collega la piattaforma continentale al fondale marino. Dalla mappatura ad alta risoluzione dei fondali è possibile vedere che questo fenomeno modifica e ridisegna il paesaggio sottomarino, levigando il fondale in zone molto vaste: l'effetto, spiegano i ricercatori, può essere addirittura paragonato all'alterazione del paesaggio dovuta all'aratura dei terreni agricoli, e potrebbe avere un forte impatto sull'ecosistema oceanico. Dal momento che la pesca a strascico à molto diffusa a livello globale, gli esperti spagnoli del Csic sostengono che possa essere considerata come un vero e proprio motore dell'evoluzione del paesaggio marino. (www.ansa.it)

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com