FATTI E PERSONE

Più mercato per i prodotti agricoli trasformati

Si procede verso nuovo regime di scambi per facilitare l'export europeo.

I Prodotti agricoli trasformati sono merci ottenute dalla trasformazione di prodotti agricoli di base (dolci, cioccolato, paste alimentari, prodotti da forno, biscotti, alcolici, bibite analcoliche) le cui esportazioni hanno raggiunto lo scorso anno un valore pari a 41,7 miliardi di euro, facendo dell'Ue il maggior esportatore mondiale.
Il nuovo regolamento Pat approvato dal Parlamento europeo, faciliterà il commercio di questi prodotti tra Stati membri dell'Ue e paesi terzi e aggiorna il quadro giuridico per l'attuazione degli accordi bilaterali, prevedendo anche restituzioni all'esportazione per taluni Pat in caso di instabilità del mercato.
Un regolamento atteso un anno
Il voto ha avuto per oggetto una proposta per adeguare il quadro giuridico che regola il regime commerciale dell'Ue per Pat al trattato di Lisbona, in particolare alle disposizioni concernenti gli atti delegati e di esecuzione.
Il nuovo regolamento aggiorna il quadro giuridico che regola l'attuazione degli accordi commerciali bilaterali, segnatamente per quanto concerne i regimi commerciali preferenziali che l'Ue accorda a paesi partner commerciali sotto forma di dazi all'importazione e contingenti tariffari ridotti o nulli in cambio di un miglioramento delle condizioni di accesso al mercato per i prodotti dell'Ue.
Aggiorna anche il quadro che regola le restituzioni alle esportazioni di determinati prodotti alimentari, creando un meccanismo di sicurezza che può essere attivato qualora si verifichino perturbazioni del mercato, come fluttuazioni significative dei prezzi di mercato dovute alle condizioni climatiche o alla speculazione.
Ci si attende pertanto che il regolamento contribuisca al conseguimento degli obiettivi della Politica agricola comune ed in particolare a stabilizzare i mercati, a garantire la sicurezza degli approvvigionamenti e a fornire ai consumatori alimenti a prezzi ragionevoli.
Dopo il Parlamento europeo, il Consiglio dovrebbe approvare la proposta il 14 aprile.
Una volta adottato il testo giuridico di base, la Commissione adotterà in breve gli atti delegati e di esecuzioni necessari per regolare nei dettagli le diverse questioni trattate dal regolamento, come le licenze d'importazione, i dazi all'importazione, i contingenti tariffari, le restituzioni all'esportazione, i titoli di restituzione.(www.europarlamento24.eu)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com