FATTI E PERSONE

Vino: e i francesi ci risuperano… primi produttori al mondo, scalzata l’Italia

Secondo le prime stime dell'Organizzazione internazionale del vino (Oiv), resi noti il 23 ottobre, alla fine del 2014 la Francia avrà prodotto 46,1 milioni di ettolitri, con un aumento del 10% rispetto al 2013. L'Italia invece si fermerà a 44,4 milioni di ettolitri, con un calo del 15% rispetto al 2013, quando avevamo prodotto 52,4 milioni di ettolitri di vino

Francia scalza Italia: nel 2014 torna primo produttore di vino al mondo. E i francesi ci risuperano, almeno sulla quantità del vino. Secondo le prime stime dell’Organizzazione internazionale del vino (Oiv), resi noti oggi, alla fine del 2014 la Francia avrà prodotto 46,1 milioni di ettolitri, con un aumento del 10% rispetto al 2013. L’Italia invece si fermerà a 44,4 milioni di ettolitri, con un calo del 15% rispetto al 2013, quando avevamo prodotto 52,4 milioni di ettolitri di vino.
Segue al terzo posto la Spagna con 37 milioni di ettolitri di vino. Anche gli spagnoli scontano un netto calo (-19%) rispetto all’anno passato. In Europa l’annata è stata difficile in tutti i Paesi, con cali fino al -30% in Bulgaria e Croazia. Solo la Francia e la Germania (che avrà prodotto circa 10 milioni di ettolitri, +16%) sono in attivo.
Gli Stati Uniti, con i loro 22 milioni di ettolitri (-4%) restano il quarto produttore mondiale. Tra gli altri dati noti, si registra un crollo della produzione in Cile (10 milioni di ettolitri, -22%). Aumenta invece in Australia (12 milioni di ettolitri, +2%) e in Nuova Zelanda (3,2 milioni di ettolitri, 29%). Mancano al momento le stime per la Cina, che nel 2013 si è piazzata quinta in classifica con 11,7 milioni di ettolitri. In totale nel mondo la raccolta del 2014 sarà pari a 271 milioni di ettolitri di vino. (www.blitzquotidiano.it)


 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com