FATTI E PERSONE

In beneficenza i pasti scolastici non utilizzati. E per frutta e dolce arriva la «doggy bag»

Verranno recuperati direttamente dai centri cucina e consegnati dall’associazione City Angels in via Pollini

Cento pasti al giorno, preparati per le mense scolastiche e non utilizzati, verranno recuperati direttamente dai centri cucina di Milano Ristorazione e consegnati dall’associazione City Angels a una nuova struttura di accoglienza con cento ospiti (realizzata in uno dei locali sottratti alle mafie, in via Pollini). La sperimentazione parte da questo giovedì e fa parte di un più ampio progetto avviato da Milano Ristorazione per il contenimento degli sprechi. «Stiamo studiando altre iniziative, per adesso limitate agli alimenti facilmente conservabili - ha detto la presidente di Milano Ristorazione, Gabriella Iacono - Nuove buone pratiche da aggiungere alla raccolta che ogni giorno Siticibo fa in un centinaio di scuole della città, dove i volontari del Banco Alimentare ritirano frutta e pane».
DOGGY BAG - Un’altra iniziativa di MiRi, in via di definizione, darà la possibilità ai bambini delle scuole milanesi di portare a casa frutta, pane e dolcetti avanzati in mensa a pranzo. un po’ come si fa negli Stati Uniti con la «Doggy bag», la borsa di carta con cui si porta via il cibo avanzato al ristorante. L’iniziativa è stata annunciata dalla presidente della società Gabriella Iacono nella seduta congiunta delle commissioni Educazione e Partecipate a Palazzo Marino. «Ci stiamo organizzando perché i bambini possano portare a casa quello che non mangiano a scuola», ha spiegato. La «s-porta a casa» (è una delle ipotesi per il nome) conterrà solo alcuni alimenti facilmente conservabili e non rapidamente deperibili, frutta, pane, muffin e budini, e Milano Ristorazione punta a coinvolgere le scuole con una campagna di sensibilizzazione. Una iniziativa all’insegna della lotta allo spreco di cibo, ma non solo. Ci sono sempre più famiglie in difficoltà economiche, spiegano a Milano Ristorazione, e bambini per i quali il pranzo in mensa è l’unico pasto completo della giornata: la «doggy bag» di MiRi vorrebbe essere un aiuto in più, fatto in modo discreto e «simpatico», per queste famiglie.
(http://milano.corriere.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com