FATTI E PERSONE

Api e agrofarmaci, in Francia sì ai trattamenti ma solo di notte

La decisione del ministro dell'Agricoltura francese Stéphane Le Foll sulla base di uno studio condotto dall'Aagenzia francese per la sicurezza alimentare
Sì avete proprio letto bene: sulla base dei risultati di uno studio condotto dall'agenzia francese per la sicurezza alimentare (ANSES), il ministro dell'Agricoltura francese Stéphane Le Foll per proteggere le api intende proibire l'uso diurno degli agrofarmaci (non sappiamo se solo quelli a rischio o tutti) nel periodo marzo-ottobre.
Lo studio dell'agenzia ha individuato come la luce sia l'unico fattore che possa individuare con semplicità e precisione il periodo in cui le api sono in attività. Dopo il tramonto “le api vanno a dormire” e quindi eventuali trattamenti con agrofarmaci dovrebbero avere minore impatto.
Lo studio dell'Agenzia era veramente rivolto a quegli agrofarmaci che usufruiscono della deroga al divieto generico di trattare durante la fioritura ma il ministro, che come azione simbolica ha recentemente fatto posizionare quattro arnie nel giardino del ministero, ha colto la palla al balzo per avviare la procedura legislativa che dovrebbe entrare in vigore tra tre o quattro mesi, in modo che il primo anno vero di applicazione sia il 2015.


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com