CORSI E CONCORSI

Il prof. Calabrese consegna le patenti Onav a Roma
Nella prestigiosa location del ristorante romano Il Peristilio del Caffè Vanni, si è svolta il 17 ottobre la cerimonia di consegna delle Patenti di Assaggiatori dell'ultimo corso Onav indetto dalla delegazione capitolina.

Il discorso introduttivo del Delegato Onav di Roma Angelo Tombolillo ha aperto la serata. Egli, oltre a ringraziare i partecipanti e coloro i quali hanno contribuito sia alla realizzazione della manifestazione che a quelle organizzate precedentemente, ha commentato "in progetto abbiamo molti eventi legati non solo alle degustazioni, ma anche alla formazione e alla partecipazione a manifestazioni". Nell'ottica di valorizzazione e miglioramento, con grande entusiasmo, ha proseguito "nell'ereditare questa delegazione ho cercato di portare avanti una continuità storica. Credo fermamente che affinché la piattaforma della delegazione romana abbia continuità, indipendentemente da chi la conduca, è necessario che la squadra dei collaboratori sia dinamica così da essere una struttura solida e vitale che divenga la spina dorsale della delegazione stessa e, al contempo, permetta di trovare la giusta collocazione nel territorio locale. Voglio aggiungere inoltre che la partecipazione di ciascun socio è importante per una fluida estensione delle attività all'interno della nostra delegazione".
A tal proposito interviene l'enologo Michele Alessandria, Segretario Generale Onav "le sezioni sono il cuore delle attività dell'associazione" proprio ad evidenziare l'importanza della "particolare carica, grinta e determinazione" che ciascun delegato, come quello romano, deve avere per trasmetterle ai membri della sua sezione. Continua il suo discorso valorizzando il concetto esteso di cultura enologica "Noi vogliamo lavorare in questo senso: portare alla disponibilità di tutti le competenze dell'Onav, a tutti coloro che amano il vino, a tutti coloro che vogliono crearsi una cultura ed imparare a degustare, a conoscere, che vogliono trasformarsi in missionari del vino di qualità; essi possono passare attraverso la nostra associazione, costruirsi come degustatori e anche come divulgatori".
Il professor Giorgio Calabrese, Presidente Nazionale Onav ha sottolineato l'importanza delle conoscenze enologiche che si acquisiscono durante tutto il corso di Assaggiatore Onav affermando che "il vino è come un bambino che ha bisogno dei genitori e noi lo siamo, ma ha anche bisogno di avere rapporti con gli altri, ma soprattutto deve imparare l'educazione. L'educazione del vino è l'educazione alimentare [...]Noi dobbiamo fare educazione e per fare educazione dobbiamo conoscere il vino".
A consegnare i titoli Onav è stato il Presidente Nazionale Onav professor Giorgio Calabrese, insieme al Segretario Generale Onav enologo Michele Alessandria e al Delegato Onav Roma Angelo Tombolillo.
All'evento hanno partecipato anche il Presidente della Strada del Vino Terre Etrusco Romane, Cristina Ciaffi che ha confermato la collaborazione con l'Onav Roma anche per il futuro e Costantino Collacciani, Direttore Tecnico della cantina Casale Cento Corvi il quale ha illustrato e offerto i vini della serata.
Rivolgendosi ai nuovi patentati assaggiatori il Segretario Generale commenta: "sappiate che l'aver frequentato il corso è una tappa non è il raggiungimento di un traguardo, è la prima tappa. Una tappa che può portare con gli anni a migliorare voi stessi, a raggiungere obiettivi ancora superiori." Ci tiene a precisare: "un buon assaggiatore si costruisce con il tempo e con l'esperienza che si matura con gli anni".
Piena soddisfazione è stata espressa da tutti i partecipanti alla cerimonia che è stata vissuta anche come un'ulteriore occasione di incontro e di festa. Un modo per tener vivo quel senso di appartenenza che caratterizza l'animo dell'Onav.




Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com